Poca attività fisica e stili alimentari poco salutari: un quarto dei bambini è in sovrappeso

01 Settembre 2021 - 19:18

 

Monia Pasqualetto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Monia Pasqualetto

Il 26% dei bambini di età compresa tra gli otto e i nove anni è in sovrappeso. E’ quanto emerge da un’indagine effettuata dall’Aulss 6 Euganea nell’ambito del progetto "Okkio alla Salute" promosso dal Ministero della Salute, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità e condotto in collaborazione con le Regioni e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. I dati, raccolti nel 2019, hanno interessato i bambini frequentanti la classe terza di tutte le scuole primarie ricadenti nell’ambito del territorio dell’Aulss 6. In tutto 25 plessi scolastici per un totale di circa 500 alunni. Di questi, l’1,74% è risultato in condizioni di obesità grave, il 4,99% obeso, il 19,3% in sovrappeso. La maggioranza, il 72,2%, è rientrato nella categoria normopeso e solo l’1,52% in quella sottopeso.

L’indagine è importante, come evidenziano i sanitari che se ne sono occupati, dal momento che l’obesità e il sovrappeso in età evolutiva possono favorire lo sviluppo di gravi patologie quali le malattie cardio-cerebro-vascolari, il diabete tipo 2 ed alcune forme tumorali.

“Negli ultimi 30 anni – si legge ancora nel report curato dall’Aulss 6 Euganea – la prevalenza dell’obesità nei bambini è drasticamente aumentata e, sebbene da qualche anno in alcuni Paesi si assiste ad una fase di plateau, i valori sono ancora molto elevati”.

Quali sono le cause del sovrappeso infantile?

Tra i fattori prevalentemente associati al sovrappeso e all’obesità dei bambini risultano le abitudini comportamentali della famiglia. In particolare, la presenza di uno o di entrambi i genitori in sovrappeso favorisce lo sviluppo di tali condizioni anche nei figli. Tra i comportamenti maggiormente responsabili della crescita eccessiva di peso in età pediatrica rientrano in particolare le abitudini alimentari e la scarsa attività fisica.

Le abitudini alimentari. Dallo studio emerge la diffusione di abitudini alimentari poco salutari in particolare per quanto riguarda lo scarso consumo di frutta e verdura (solo due bambini su cinque assumono tali alimenti almeno una volta al giorno) e, al contrario, la consumazione eccessiva di snack e dolci (un bambino su quattro li assume almeno una volta al giorno). Importanti al fine di una dieta equilibrata anche una corretta colazione, che dovrebbe includere sia carboidrati che proteine come ad esempio latte o yogurt e cereali o succo di frutta, e la merenda di metà mattina che dovrebbe attestarsi sulle 100 calorie, quelle fornite ad esempio da un frutto. 

Attività fisica. Il 41% dei bambini pratica un’ora di attività sportiva strutturata per due giorni alla settimana, il 12% non pratica sport e solo il 2% svolge un’attività sportiva per almeno cinque giorni alla settimana. Traducendo ed incrociando tutti i dati raccolti, si stima che un bambino su dieci sia fisicamente inattivo, senza grandi distinzioni tra maschi e femmine. E se la maggioranza (62%) rispetta il limite consigliato di esposizione agli schermi durante i giorni lavorativi, nel fine settimana quattro bambini su cinque utilizzano televisione, videogiochi, tablet e cellulare per più di due ore al giorno. Una tendenza che può essere invertita aumentando le ore dedicate allo sport e ai giochi all’aria aperta.

Intervenire per favorire uno sviluppo sano e armonico a partire dall’infanzia è possibile migliorando gli stili alimentari e aumentando l’attività fisica. Un obiettivo che può essere raggiunto efficacemente grazie ad azioni e progetti promossi in sinergia tra famiglia, scuola ed istituzioni pubbliche. 

 

© chesport.infoTutti i diritti riservati

Le più lette

La storia di Daniela Buranello: maratoneta e fondatrice della Onlus 'Il sorriso di Giovanni'

La corsa per affrontare un grave lutto e combattere il dolore, l'impegno concreto a favore dell'Oncoematologia Pediatrica di Padova

Una serata per festeggiare Elena Rossetto, bronzo ai mondiali di pattinaggio corsa

La giovanissima atleta dell’Azzurra Pattinaggio Corsa accolta tra gli applausi generali. “A otto giri dalla fine sono partita in fuga ed è stato allora che ho pensato di potercela fare”

Asd Valsugana Volley: un punto di riferimento a Padova per la pallavolo maschile

La prima squadra in serie B ma la società punta ai valori prima che al risultato. Il presidente Bastianello: “Manteniamo le caratteristiche di associazione”

Apre a Cadoneghe Cóm Tâm, uno spazio di crescita e di equilibrio interiore fisico e mentale

Corsi di Hata Yoga, Meditazione, Biodanza, Ginnastica posturale e funzionale, ma anche consulenze e trattamenti osteopatici e nutrizione nello sport

Tutto il rugby in un tocco, la passione de I Brentaroi

Maschi e femmine in campo, senza le caratteristiche mischie e placcaggi, ma lo spirito resta lo stesso

Sindaco, podista e portiere della Nazionale dei Sindaci d’Italia: i mille volti di Mirko Patron

Come gestire, in una vita sola. attività sportiva, lavoro e l'attività di Amministratore pubblico. Con lo stesso entusiasmo 

Donne e sport: il nuovo brand che rivoluziona l’outfit per il tempo libero

Federica Carraro a Miami per far conoscere la sua collezione: “Uno stile fresco, versatile e glamour per un look adatto sia a praticare attività fisica che per una cena o una passeggiata in centro”

I cavalieri del Checco in prima linea contro la violenza sulle donne

Un calendario a sostegno del Centro Veneto Progetti Donna. Il presidente Cavallin: “Placchiamo questa piaga sociale”

“Premio alla carriera” per il campione del mondo master di Mountan bike Fabrizio Stefani

Il riconoscimento da parte dei suoi preparatori atletici: “L’impegno e la costanza portano a grandi risultati”

Logo Chesport
Storie di sport da Padova e provincia
chesport.info - Storie di sport nell'Alta Padovana | Reg. Trib. Pd N.1580 del 10.10.1997 | Direttore Responsabile: Giuliana Valerio
Proprietario ed Editore: Press sas di Giuliana Valerio & C. via Gramsci, 96 - 35010 Cadoneghe  PD - P.IVA 04003400282

Per la vostra pubblicità sul sito
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
335 8140675