Rolfing®: riallinea la postura, allevia lo stress e risolve contratture e dolori. Piace ai vip e agli sportivi

16 Dicembre 2020 - 18:14
Giuliana Valerio
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giuliana Valerio, direttore 3m74m.hosts.cx

Secondo il New York Times è “il metodo più profondo per alleviare lo stress”, è amato da celebrità come Sting, Courtney Love e la regina della tv americana Oprah Winfrey, ma anche da attori e sportivi. Stiamo parlando del Rolfing, una tecnica di lavoro corporeo che viene dagli Stati Uniti e si caratterizza per la sua efficacia nell’integrare il corpo per vincere sui disallineamenti della colonna vertebrale, combattere il dolore articolare e muscolare nella pratica sportiva e nelle attività quotidiane, ma anche lo stress. 

Il metodo

Teorizzato ai primi del Novecento dalla scienziata statunitense Ida Paolina Rolf, una delle prime donne a ricevere il dottorato in biochimica e fisiologia alla Columbia University e una pioniera in molti altri campi, il Rolfing è un metodo che, analizzando l’influenza della gravità terrestre sulla struttura corporea e di come questa agisca sulla postura, porta a migliorare la struttura e il movimento del corpo. E’ una tecnica complessa, che richiede molto studio. In tutto il mondo ci sono poco più di cinque scuole di formazione riconosciute. In Italia i Rolfer sono oltre 80 e la maggior parte di loro aderisce all’Associazione Italiana di integrazione strutturale Rolfing (AIR).

“La grande intuizione di Ida Rolf fu che le cause del malessere umano, sia fisiche sia emozionali, possono essere collegate alla funzionalità del tessuto connettivo che risponde sollecitato dal campo gravitazionale terrestre, cioè la forza che grava su tutti noi e che ne influenza matrice e organizzazione – spiega il presidente di AIR, Davide Angeli - Ognuno di noi ha un allineamento corporeo ottimale che consente un’interazione agile tra il corpo e la gravità terrestre, la forza che ci tiene ancorati alla terra. Quando questo allineamento si perde, a causa di fattori esterni quali abitudini e atteggiamenti quotidiani non funzionali che causano affaticamento, stress, tensioni, infortuni e quant’altro, può manifestarsi un disagio fisico ed emozionale che si trascrive nel nostro corpo generando dolori e posture inefficaci. Avete presente un bambino che gioca con grossi cubi colorati per costruire una torre? Se i cubi sono posizionati con le basi ben allineate la torre rimane in piedi, altrimenti il risultato inevitabile è che prima o poi la torre cadrà. Il lavoro del Rolfer è quello di andare a riposizionare i cubi in soli dieci incontri”. 

Rolfing per tutti…

Il Rolfing non è solo una tecnica per VIP, per gli atleti, gli artisti, i musicisti o per chi ha qualche problema fisico. È utile per persone di tutte le età e per chi desidera liberare il corpo dalla fatica dei movimenti nella vita quotidiana, nello sport, nel lavoro, migliorando l’agilità e la percezione del corpo, per bambini e adolescenti nel loro processo di crescita e per gli anziani, cui ridona elasticità.

“L'essere umano è stato costruito per essere leggero, flessibile, bilanciato, sinuoso in perfetta armonia con l’universo. La metodica Rolfing, attraverso la manipolazione dei tessuti molli, in dieci sedute personalizzate ridona al corpo e alla psiche leggerezza, vitalità e armonia togliendo le tensioni corporee e ridandogli la giusta interazione con la gravità terrestre – continua Davide Angeli - Attraverso una serie di tocchi mirati sulle fasce profonde del corpo, il tessuto connettivo che riveste la muscolatura, il Rolfer educa il corpo a percepire il proprio riallineamento nello spazio, facendo della gravità una forza amica e migliorando  la postura globale. Il risultato è che la persona sta meglio, sente meno dolori e tensioni, migliora il suo rendimento nelle attività quotidiane, è più flessibile, assume gli atteggiamenti posturali più adatti per performance più efficaci e recuperi più veloci dopo gli sforzi”.

… e per lo sport?

Un corpo rigido, dolorante, stanco, e la voglia di allenarsi che diminuisce. Ma anche problemi fisici, dolori, tendiniti, contratture dovute all’eccesso di sport. Sono sensazioni che gli sportivi professionisti e amatoriali conoscono bene, che minano alla base la possibilità di ottenere risultati ma anche di divertirsi nella pratica sportiva. Ma non è intervenendo sul singolo problema che si ottiene il risultato voluto. Il sintomo, il dolore, è semplicemente il messaggio che il corpo manda, per dirti che devi fermarti e intervenire. In molte specialità sportive, anche olimpioniche, la risposta a queste sensazioni è un lavoro profondo sulla fascia, un intervento che non solo toglie il dolore, ma migliora sensibilmente la performance. 

Non a caso sono sempre di più gli atleti di alto livello che si rivolgono al Rolfing, perché la sua pratica si basa su solide basi scientifiche e permette di ridare elasticità alla fascia. La fascia è ricca di recettori, se non è elastica non permette ai muscoli di lavorare come dovrebbero. Quando è rigida è come avere addosso una tuta di acciaio: come può il muscolo dare il meglio di sé? Intervenire sulla fascia porta il corpo lavorare in modo ottimale, senza dolori, e a tutti i livelli, migliorando le prestazioni atletiche e facendo tornare la voglia e il piacere di fare sport.

 

Logo Chesport
Storie di sport dell’Alta Padovana

chesport.info - Storie di sport nell'Alta Padovana | Reg. Trib. Pd N.1580 del 10.10.1997 | Direttore Responsabile: Giuliana Valerio
Proprietario ed Editore: Press sas di Giuliana Valerio & C. via Gramsci, 96 - 35010 Cadoneghe  PD - P.IVA 04003400282

Per la vostra pubblicità sul sito
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
335 8140675