Skip to main content

Automobilismo: Mattia Michelotto, nel 2024 ancora a bordo della Lamborghini

06 Febbraio 2024 - 11:58

 

Roberto Turetta
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Roberto Turetta

I campionati tornano ad aprile ma Mattia Michelotto si sta preparando con le sue Lamborghini ad affrontarli al meglio.

Il giovanissimo pilota di Ronchi di Villafranca Padovana (classe 2003) parte dai risultati ottenuti nel 2023 nelle due più prestigiose edizioni: un secondo posto in ciascuna, che però vorrebbe sostituire quest'anno con il gradino più alto del podio. Un traguardo ambizioso quello di quest'anno, ma non certo impossibile per uno che guida veicoli a motore dall'età di due anni e mezzo e nel tempo ha bruciato tutte le tappe (Go Kart, 60 mini, 125).

"Punto al miglioramento continuo, pur sapendo che si tratta di una strada lunga - ha precisato Michelotto da Jerez de la Frontera, dove si trovava fino al 20 gennaio per le prime prove dell'anno, salvo poi prendere l'aereo per Barcellona -. L'anno scorso mi sono piazzato secondo sia nel campionato italiano, dove gareggiano scuderie diverse, che in quello europeo solo per le Lamborghini. Un bel traguardo, ma forse avrei potuto raggiungere il massimo se non ci fossero stati dei problemi e un po' di sfortuna. Nell'ultima gara dell'Europeo a Vallelunga (Rm) ci hanno dato una penalizzazione perché il mio copilota aveva sfiorato in pista la macchina di un avversario: la decisione della giuria ci ha fatto perdere il vantaggio di un punto sul diretto inseguitore in classifica, che alla fine si è visto assegnare il titolo. Credo inoltre abbia influito anche l'esperienza degli avversari, resto uno dei più giovani a gareggiare in questi tornei".

Se mai la spunterà all'europeo monomarca, a novembre lo attenderà la finale mondiale. "Sarà una gara secca con i vincitori dei rispettivi tornei continentali di America e Asia, oltre ai nervi saldi occorrerà anche una buona dose di fortuna".

Nel frattempo, il giovane pilota coltiva obiettivi paralleli. "Punto a diventare Pilota ufficiale della Lamborghini. Vorrebbe dire trasformare questa mia passione - se non vero e proprio amore - per i motori, in una professione definitiva. Al momento ho la qualifica di Young professional driver, di fatto non mi permette ancora di vivere di automobilismo ma perlomeno posso partecipare senza spese mie".

E intanto continua la sua preparazione professionale, mentale e fisica, scandita da almeno tre sedute alla settimana in palestra. Perché, come ricorda Michelotto stesso, le Lamborghini non sono così facili da maneggiare: pesano oltre 1300 chilogrammi e possono raggiungere facilmente i 300 chilometri all’ora.

© chesport.infoTutti i diritti riservati

Le più lette

Valentina Cafolla entra nella storia

In due giorni ha stabilito due record mondiali in Apnea Dinamica sotto i ghiacci: 140 metri con monopinna e 80 metri con doppia pinna

Saluti amari: ultima partita in casa della Superlega per Pallavolo Padova

I ragazzi di Cuttini sconfitti dal Mint Vero Volley Monza 1-3 davanti a una Kioene Arena gremita

Hockey Ghiaccio Femminile: La Sala e Mellarè ai Giochi Olimpici Giovanili Invernali 2024 in Corea del Sud

Ai Mondiali U18 Femminili a Bolzano le tre padovane (con loro anche Olivia Cambruzzi) hanno vinto l’argento

"Tre tocchi d'Autore", appuntamenti con il Volley, la sua storia e i suoi protagonisti

Curato dal giornalista Massimo Salmaso,  il 6 febbraio la voce e il volto Rai della pallavolo femminile, Marco Fantasia

Pattinaggio a rotelle velocità: Vittoria Andreetta e Sofia Paolotti, che sprint!

A Spinea inaugurata la stagione: al Campionato regionale le due giovani biancoscudate sono campionesse regionali indoor

Padova Marathon, presentato il Charity Program 2024

Salgono a quota 22 le onlus coinvolte. I maratoneti “ambasciatori” di una gara di solidarietà che dal 2016 ha permesso di donare in beneficenza oltre 400 mila euro

Master in Marketing e Management dello Sport

Un corso di specializzazione post laurea per formare i prossimi dirigenti del sistema sportivo allargato. Tutti i dettagli del progetto promosso dall’Università Tor Vergata di Roma

Sci: il padovano Stefano Pizzato in Coppa del Mondo

Il 20enne di Noventa Padovana, in forza alle Fiamme Oro, ha esordito in Gigante a Bansko (Bulgaria)

Boulder: lo spettacolo dell'arrampicata sportiva

Disciplina oilimpica dal 2020, al via la Coppa Italia Bouldering e Speed. A Padova due società per la pratica