Chiara Maniero, una nuova vita a favore dei disabili all’insegna dello sport

22 Giugno 2022 - 07:42

 

Roberto Turetta
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Roberto Turetta

Riprendere dalla pratica sportiva, esattamente da dove aveva lasciato. Ma cercando nel frattempo di essere utile a chi si trova in situazioni simili. Lei è Chiara Maniero di Cadoneghe, classe 1981, impiegata di professione, costretta da un anno alla sedie a rotelle dopo una vita tra pallavolo, beach volley e palestra.

Era il 20 giugno quando si è sentita male durante una seduta di allenamento a beach volley. «Ho sentito un dolore al torace molto intenso, finché mi sono venute meno le forze –spiega-. Mi hanno portato in ospedale e nei giorni successivi mi hanno diagnosticato una lesione alla colonna spinale e lo stato di paraplegica. Purtroppo la mia sventura è davvero rara, è dovuta allo schiacciamento di una vertebra, all’inizio gli stessi medici hanno fatto fatica a riconoscerla».

Quindi un lungo calvario tra i nosocomi di Padova e Vicenza, due settimane in neurologia e quattro mesi per una prima, seppur lenta e difficile, riabilitazione. «Poi mi hanno riportato a casa, ma non ero ben lontana dall’essere autosufficiente. Per fortuna il mio compagno e mia mamma mi hanno sempre aiutata e seguita ogni giorno».

La conquista dell’autonomia quasi piena è il primo obiettivo della nuova vita di Chiara. Che da settimane prova ad accettare questo durissimo cambiamento e a ripensare la propria vita, facendo appello alla grande forza di volontà che la caratterizza. «Intanto ho creato una pagina Instagram, Veneto Accessibility, in cui recensisco l’accessibilità dei locali della nostra regione per i disabili: in tanti posti mancano purtroppo le caratteristiche essenziali».

Ci sarà il lavoro da riprendere. «Sono ancora in malattia, ma una volta finito questo periodo dovrò lavorare a lungo da casa perché la sede non è ancora attrezzata per le mie nuove esigenze».

E soprattutto lo sport. «Quando farò ulteriori progressi con la riabilitazione, intendo riprendere con qualche disciplina. Il primo pensiero, visto il mio passato, era andato alla pallavolo o alla beach volley da seduti. Purtroppo non è fattibile nelle mie condizioni, perché presuppone di poter usare l’addome e questo per me non è possibile. Per cui guardo a qualcos’altro come scherma, basket in carrozzina o ping pong: conosco già persone disabili che lo fanno». 

La sfida è lanciata. E già vinta. 

© chesport.infoTutti i diritti riservati

<!

Le più lette

La storia di Daniela Buranello: maratoneta e fondatrice della Onlus 'Il sorriso di Giovanni'

La corsa per affrontare un grave lutto e combattere il dolore, l'impegno concreto a favore dell'Oncoematologia Pediatrica di Padova

Apre a Cadoneghe Cóm Tâm, uno spazio di crescita e di equilibrio interiore fisico e mentale

Corsi di Hata Yoga, Meditazione, Biodanza, Ginnastica posturale e funzionale, ma anche consulenze e trattamenti osteopatici e nutrizione nello sport

La nuova vita di Serena Banzato, oggi atleta paralimpica

"Dopo la seconda laurea il Cammino di Santiago, il viaggio dei miei sogni. In Galizia un'infezione terribile ed è cambiata la mia vita"

Zucka, con il nuovo impianto a Carmignano si riaccende la passione per lo skateboard

Una nuova struttura omologata per manifestazioni e gare per l’associazione che dai primi anni ’90 porta i ragazzi sulla tavola

Asd Valsugana Volley: un punto di riferimento a Padova per la pallavolo maschile

La prima squadra in serie B ma la società punta ai valori prima che al risultato. Il presidente Bastianello: “Manteniamo le caratteristiche di associazione”

Una serata per festeggiare Elena Rossetto, bronzo ai mondiali di pattinaggio corsa

La giovanissima atleta dell’Azzurra Pattinaggio Corsa accolta tra gli applausi generali. “A otto giri dalla fine sono partita in fuga ed è stato allora che ho pensato di potercela fare”

Sindaco, podista e portiere della Nazionale dei Sindaci d’Italia: i mille volti di Mirko Patron

Come gestire, in una vita sola. attività sportiva, lavoro e l'attività di Amministratore pubblico. Con lo stesso entusiasmo 

Donne e sport: il nuovo brand che rivoluziona l’outfit per il tempo libero

Federica Carraro a Miami per far conoscere la sua collezione: “Uno stile fresco, versatile e glamour per un look adatto sia a praticare attività fisica che per una cena o una passeggiata in centro”

Checco Camposampiero Rugby Asd: dai grandi ai piccoli tutti in campo con il cuore in mano

Una grande squadra che sposa sport e valori, unita contro la violenza sulle donne

Logo Chesport
Storie di sport da Padova e provincia
chesport.info - Storie di sport nell'Alta Padovana | Reg. Trib. Pd N.1580 del 10.10.1997 | Direttore Responsabile: Giuliana Valerio
Proprietario ed Editore: Press sas di Giuliana Valerio & C. via Gramsci, 96 - 35010 Cadoneghe  PD - P.IVA 04003400282

Per la vostra pubblicità sul sito
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
335 8140675