Calcio balilla: uno sport che favorisce l’inclusione sociale delle persone diversamente abili

26 Settembre 2021 - 10:58

 

Monia Pasqualetto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Monia Pasqualetto

Uno sport senza barriere che mette insieme diverse abilità per una piena integrazione sociale. Questo l’obiettivo del Torneo integrato di calcio balilla paralimpico che si è svolto sabato 25 settembre al Centro commerciale Le Centurie di San Giorgio delle Pertiche.

Giunta quest’anno alla 6° edizione, la manifestazione è stata organizzata da Ancora Odv, associazione di Camposampiero che promuove il reinserimento delle persone con disabilità motorie a seguito di incidenti stradali o traumi, in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico Veneto e con la Federazione Paralimpica Italiana Calcio Balilla.

Tra gli organizzatori, anche due ospiti d’eccezione: Vito Bonaldo e Francesco Perin, pluricampioni italiani e vicecampioni del mondo di calcio balilla paralimpico, atleti della nazionale e della società affiliata alla FPICB “La Barena”.

“Abbiamo accolto con gioia la proposta di ospitare questo torneo e i valori che lo accompagnano – afferma Daniela Serafin, direttrice del centro Le Centurie – E’ un evento che unisce atleti e persone con disabilità motorie ad atleti e persone non disabili in un gruppo senza diversità. E’ questo il messaggio che vogliamo contribuire a diffondere assieme ai principi di accoglienza, accettazione, solidarietà, integrazione. Un’importante esperienza di inclusione sociale per tutti e soprattutto per i giovani”.

0092 1200x533 int 1

 La manifestazione è iniziata nel primo pomeriggio con la formazione delle diverse squadre che hanno avuto la possibilità di sfidare e confrontarsi con i due campioni veneti fino a sera. Un pomeriggio dunque all’insegna dello sport, del divertimento e della condivisione di valori senza barriere. “Questi bravi atleti rappresentano per noi una fonte di ispirazione – precisa Paola Piva, responsabile marketing Le Centurie – Vedere come queste persone hanno saputo reagire a problemi seri che hanno stravolto la loro esistenza da un giorno all’altro è un grande esempio, soprattutto in questo periodo storico di grande incertezza”.

Presenti alla kermesse anche Franco Scaldaferro, presidente di Ancora Odv, organizzazione no profit che ha sede e collabora con il Centro diurno di riabilitazione motoria post trauma di Camposampiero e Ruggero Vilnai, presidente del Comitato Paralimpico Veneto.

“Per noi è stata un’occasione per portare questo sport al di fuori delle palestre e dei centri di riabilitazione – puntualizza Scaldaferrro – L’obiettivo finale è far conoscere sempre di più questa disciplina che è un ottimo strumento di inclusione sociale. Questo torneo è stato un primo banco di prova. La speranza nel prossimo futuro è di organizzare, su questo modello, una competizione su larga scala, anche un mondiale”.

Sicuramente tra i giochi più popolari, il calcio balilla è uno sport a tutti gli effetti. “Ci sono gare nazionali, europee e mondiali – puntualizza Vilnai – Come per altre discipline, anche il calcio balilla ha una sua struttura organizzativa e una sua federazione. Ci auguriamo di avvicinare sempre più persone con disabilità fisiche, sensoriali e intellettive a questa attività. Nel Veneto ci sono 250 società e 1800 persone con disabilità che praticano sport agonistico. Sembrano numeri importanti e invece corrispondono a poco più dell’1% di tutti coloro che potrebbero fare attività sportiva”. 

Soddisfazione anche da parte dei due big in campo che hanno dato grande prova delle loro abilità. “Ero artigiano e normodotato – racconta Vito Bonaldo – Da sette anni, a causa di un incidente in moto, sono in carrozzina. Mia moglie e miei quattro figli, lo sport e le associazioni, come Ancora Odv e il Centro di riabilitazione motoria, sono stati la mia salvezza. Sono diventati per me una seconda famiglia”.

Su questa linea anche il compagno di squadra Francesco Perin, rappresentante italiano degli atleti iscritti alla Federazione Paralimpica Italiana Calcio Balilla. “Stiamo cercando di promuovere il calcio balilla negli spazi aperti – spiega Perin – E’ un’opportunità per coinvolgere in questo sport non solo le persone con disabilità motorie ma anche le persone normodotate. Il calcio balilla è uno straordinario strumento di integrazione ed inclusione sociale. Quando ti siedi attorno al tavolo per giocare e divertirti si annullano tutte le diversità”.

A concludere la manifestazione, nel tardo pomeriggio, la tradizionale cerimonia di premiazione delle squadre vincitrici che hanno visto salire sul gradino più alto del podio Maurizio Molon e Fabrizio Sabbadin, seguiti da Ruggero Vilnai e Quirino Vilnai. Terzo posto per Diego Bonaldo e Anna Sacchetto

0092 1200x533 int        

 

© chesport.infoTutti i diritti riservati

Le più lette

La storia di Daniela Buranello: maratoneta e fondatrice della Onlus 'Il sorriso di Giovanni'

La corsa per affrontare un grave lutto e combattere il dolore, l'impegno concreto a favore dell'Oncoematologia Pediatrica di Padova

Una serata per festeggiare Elena Rossetto, bronzo ai mondiali di pattinaggio corsa

La giovanissima atleta dell’Azzurra Pattinaggio Corsa accolta tra gli applausi generali. “A otto giri dalla fine sono partita in fuga ed è stato allora che ho pensato di potercela fare”

Asd Valsugana Volley: un punto di riferimento a Padova per la pallavolo maschile

La prima squadra in serie B ma la società punta ai valori prima che al risultato. Il presidente Bastianello: “Manteniamo le caratteristiche di associazione”

Tutto il rugby in un tocco, la passione de I Brentaroi

Maschi e femmine in campo, senza le caratteristiche mischie e placcaggi, ma lo spirito resta lo stesso

Sindaco, podista e portiere della Nazionale dei Sindaci d’Italia: i mille volti di Mirko Patron

Come gestire, in una vita sola. attività sportiva, lavoro e l'attività di Amministratore pubblico. Con lo stesso entusiasmo 

Pallavolo: derby tra le big padovane in B1 femminile

Alia Aduna Padova Women ed Eurogroup Alta Fratte in campo domani sera a Santa Giustina in Colle

Apre a Cadoneghe Cóm Tâm, uno spazio di crescita e di equilibrio interiore fisico e mentale

Corsi di Hata Yoga, Meditazione, Biodanza, Ginnastica posturale e funzionale, ma anche consulenze e trattamenti osteopatici e nutrizione nello sport

“Premio alla carriera” per il campione del mondo master di Mountan bike Fabrizio Stefani

Il riconoscimento da parte dei suoi preparatori atletici: “L’impegno e la costanza portano a grandi risultati”

La Kioene Pallavolo Padova accolta dal Sindaco a Palazzo della Ragione

Un abbraccio della città agli atleti in avvio del Campionato di A1. Consegnato un riconoscimento ai vincitori dell’Europeo e dei Mondiali U21

Logo Chesport
Storie di sport da Padova e provincia
chesport.info - Storie di sport nell'Alta Padovana | Reg. Trib. Pd N.1580 del 10.10.1997 | Direttore Responsabile: Giuliana Valerio
Proprietario ed Editore: Press sas di Giuliana Valerio & C. via Gramsci, 96 - 35010 Cadoneghe  PD - P.IVA 04003400282

Per la vostra pubblicità sul sito
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
335 8140675