Skip to main content

15° Pink Run: Prato della Valle si è “tinto” di rosa!

21 Maggio 2024 - 16:31
Giovanni Pellecchia
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giovanni Pellecchia

Podismo, solidarietà e... orgoglio femminile. Domenica 12 maggio, oltrettutto Festa della mamma, in Prato della Valle si è riversata una festante “marea rosa”, rinnovando l’ormai tradizionale appuntamento con la “Pink Run”.
La popolare corsa o camminata benefica riservata soltanto alle donne e giunta alla 15a edizione, tra l’altro, ha inaugurato la “Settimana Rosa” in città. Che, proseguita venerdì 17 maggio nel “Pink Friday” (la Notte più Rosa dell’anno, con negozi aperti fino alle 22, spettacoli itineranti, visite guidate e la creazione di un “Menu Rosa” pensato e realizzato dai pubblici esercizi in collaborazione con l’Appe), si completa soltanto giovedì 23 maggio: la giornata in cui a Padova è previsto l’arrivo della 18a tappa del Giro d’Italia, la “Corsa Rosa” per eccellenza. Fino al giorno dell’arrivo dei ciclisti, tra l’altro, alcuni monumenti e palazzi storici di Padova sono illuminati di rosa: Palazzo Moroni; Palazzo della Camera di Commercio; La Specola; Ex Foro Boario; Palazzo Zacco Armeni; Sotto il Salone.

Si rinnova il successo della Pink Run

“Bagnata” dal sole e con partenza in Prato della Valle, ha visto quasi 6000 partecipanti (5.878 dato degli organizzatori) impegnate lungo il percorso di 8km, che si snodava per le vie e le piazze del centro, fino all’arrivo sempre in Prà dove potevano venire immortalate nella “Posa del Pinkottero”.
Tra le iscritte alla corsa, tanti i gruppi organizzati come pure partecipanti singole: alcune accompagnate dai bambini altre dai loro cani (rigorosamente con collare… rosa!).

«Una giornata fantastica – rivela, contento ed emozionato, Michele Qualdi “motore” dell’organizzazione -: accompagnata dal sole ma, soprattutto, da grande partecipazione. Già al venerdì mattina, con le sole pre-iscrizioni online, avevamo esaurito i 5.000 gymbag (i pacchi-corsa contenenti la t-shirt ufficiale che reca sulla schiena il numero anti-violenza 1522, ndr). Le “pink amiche” sono state stupende: hanno capito, spiegando che a loro interessava solo poter donare. La raccolta-fondi e le iscrizioni, così, sono continuate fino ad un’ora prima della partenza. Da tradizione, quest’anno due i progetti onlus sostenuti: Fondazione La Miglior Vita Possibile, per la quale contribuiremo alla realizzazione dell’Hospice Pediatrico di Padova, decisamente innovativo e con 12 posti-letto, in luogo dei 5 attuali, vista anche l’importanza delle cure palliative specie pediatriche; e Centro Veneto Progetti Donna per il progetto “Orphan of Feminicide Invisible Victim” intitolato a Sara Buratin (la giovane mamma uccisa brutalmente lo scorso 27 febbraio, che era una “pink amica”..ndr ).che, diffuso in cinque regioni del Nord Italia, segue 22 orfani (di cui 7 in Veneto, 4 tra Padova e provincia).

Fin dalla sua prima edizione nel 2010 (quando a Maserà c’erano 600 partecipanti), nelle intenzioni dell’ideatore Antonio “Toni” Qualdi e del figlio Michele, a “Pink Run”, è sempre stata legata la beneficenza: «Un appuntamento che vuole essere occasione di festa e di gioia per tutta la città – ha spiegato l’assessore allo sport Diego Bonavina, portando il suo saluto prima del via - ma legato alla solidarietà. Un segno tangibile per le associazioni sul territorio: ben 478.529 euro, lo voglio sottolineare, i soldi raccolti e devoluti a 23 progetti benefici negli anni passati. Di questo, ringrazio Tony e Miky ma anche lo staff di volontari (circa 150, ndr), e tutte le persone che ne condividono la progettualità».

Il “Prato senza erba” si è però letteralmente “incendiato”, con tanto di cori da stadio, quando sul palco insieme al gruppo di tifose Tacco 12 (nato da una costola del club Appartenenza Biancoscudata) è salito Antonio Donnarumma. Il capitano del Padova, tra i testimonial LILT (che attraverso la campagna "Un tatuaggio per rinascere" ha donato un assegno di 2.530 euro), in vista dei Play off di serie C ma prima di sapere che ci sarebbe stato il derby con Vicenza ha ribadito ai tifosi: «Siamo carichi! Vogliamo raggiungere un grande obiettivo».

629 1200x533foto

© chesport.infoTutti i diritti riservati

Le più lette

Pallavolo: Fefè de Giorgi a Padova per Tre tocchi d'autore

L'allenatore della nazionale ed ex giocatore presenta il suo libro "Egoisti di squadra"

Basket e impianti, LupeBasket per S. Martino di Lupari: con Sport Bonus, raccolti oltre 100.000 euro

Il presidente Vittorio Giuriati: «Ci siamo dati da fare ed abbiamo ottenuto un'importante risposta da questi investitori»

Catia Scanferla, il tiro a segno per colpire gli effetti della sclerosi multipla

Vicampionessa in due specialità, l’atleta padovana è anche falconiera e danzatrice del ventre

Pallavolo Padova: la stagione agonistica è finita...ma non per tutti

Convocati tre padovani per la Volleyball Nations League e quattro allo stage in vista della nuova nazionale di De Giorgi

“Fate i genitori e lasciate fare all’allenatore il suo lavoro; dovete essere i supporter dei vostri figli, non i loro ultras”

Intervista esclusiva a Alessandro Mora, mental coach di atleti olimpici e squadre professionistiche

Assindustria Sport porta “L’atletica a scuola”

Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Cariparo e coinvolgerà 15 istituti scolastici e oltre 2 mila studenti. Lezioni in classe, esercitazioni in pista e incontri con i grandi atleti del club gialloblù

Tre giovani calciatori del Campodarsego Calcio in campo nazionale

Lazio Cup, il portiere Alessandro Conti vice la finale con la maglia della nazionale LND Under 17. Per Barzaghideanu e Pasquetto ottimo secondo posto alla Juniores CUP

Breaking: la corsa di B Girl Alessandrina per le Olimpiadi di Parigi

A Padova per perfezionare tecnica e stile alla B Students Accademy

Basket in carrozzina: Self Group Padova Millennium torna in serie A!

La formazione di Jacopo Da Villa, battendo in finale i Giovani Tenaci Roma, ha inanellato 16 vittorie su 16 partite