Skip to main content

Basket “Minors”: Nicola Cesaro 4.000 punti con i Boars

12 Febbraio 2024 - 10:04

 

Giovanni Pellecchia
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giovanni Pellecchia

Il basket padovano vanta, ai massimi livelli, i tre fratelli De Nicolao, nati a Camposampiero e cresciuti nella Pallacanestro Vigodarzere società del papà Stefano. Il maggiore Andrea (classe ‘91) ed il più piccolo Giovanni (‘96), con alle spalle rispettivamente alcune gare in Nazionale e l’esperienza triennale di college negli Usa (nei Roadrunners, squadra Ncaa dell’University Texas San Antonio), militano in LBA, serie A della pallacanestro: anzi, sono i capitani di Reyer Venezia e Gevi Napoli. Il “mezzano” Francesco, classe ‘93 che a sua volta ha militato per sei stagioni in serie A2 (tra Piacenza, Verona ed Imola) e tornato a Padova nel 2018 è stato per cinque anni il playmaker titolare della Virtus in serie B, ora che dopo la laurea in Economia e Finanza a Ca’ Foscari deve conciliare basket e lavoro (è consulente indipendente e scrive su Settimanafinanziaria.substack.com) di recente è tornato in pista: tesserato per l’ambiziosa San Pio X di Mantova in serie C lombarda farà il suo esordio proprio in questi giorni.

Nelle cosiddette “minors” (e nella Bassa Padovana), però, c’è chi ha fatto… di più. La famiglia Cesaro di Montagnana. Quattro fratelli, tra l’altro molto uniti, da anni tutti dediti alla causa del basket ed in particolare alla squadra Promosport Boars Baone Sb Euganea. I due maggiori, entrambi grandi appassionati di musica, sono pur per motivi diversi anche “volti noti” ai più: Nicola Cesaro (40 anni), valente giornalista del “Mattino di Padova” ed autore di diversi libri sulla storia dei Colli Euganei e di Padova (in questo periodo sta tenendo le presentazioni dell’ultimo, “La storia di Padova. Dalla preistoria ai giorni nostri”, scritto per Typimedia Editore con il collega Claudio Malfitano); Andrea (36 anni), docente di cucina all’istituto salesiano “Manfredini” di Este è il cuoco con la bombetta o “lo chef con due effe” come si definisce (lavora anche all’Acquasalata di Isola Verde nel Veneziano), ha partecipato a diverse varie trasmissioni e talent televisivi a tema sempre la cucina (aveva chiuso al 2° posto “Cuochi d’Italia” condotta da Alessandro Borghese). Tra i due più giovani Filippo (28 anni) e Pietro, invece, il primo è senza dubbio il più talentuoso dei quattro: non a caso, “top scorer” della squadra euganea pure in questa stagione, sta viaggiando a 15 punti di media nel campionato Fip Divisione Regionale 3 (l’ex Prima Divisione) che nell’Amatori Uisp.

Questa (al di là del Festival di Sanremo), è stata però “la” settimana del maggiore dei quattro: ovvero, appunto, Nicola Cesaro. Nella gara disputata mercoledì 7 febbraio ad Este per il campionato Uisp, infatti, ha raggiunto un bel traguardo: «Eccoli, sono arrivati, i quattromila punti in maglia Boars – come ha svelato lo stesso diretto interessato su Facebook -: 16 novembre 2005, il primo canestro contro il Porto Viro; stasera, quasi vent'anni dopo, i quattromila superati contro il Redentore Este. In mezzo tante sfide, grandi compagni, campionati in ogni categoria (qui forse esagerando con un po’ di enfasi dato che si tratta di Promozione, Prima e Seconda Divisione oltre all’Amatori, ndr), due-tre decine di chili in più ma una sola e unica maglia: Baone!».

Alla domanda specifica su qualche aneddoto o emozione particolare nell’aver tagliato un simile traguardo, invece, a noi tra il serio ed il faceto ma tenendo un profilo basso racconta: «Mi piace dare un senso a queste cose, anche se siamo minors e semplici appassionati. Diciamo che, al netto di triple e iniziative personali, ci sono dietro tanti, tanti, tanti assist dei miei compagni e soprattutto tanta, tanta, tanta pazienza di chi ha dovuto “convivere” con la mia smania di tirare...».

Domenica 18 febbraio, tra l’altro, alla Palestra “Ilaria Alpi” di via Lucca (zona Sacra Famiglia, Padova) per il Campionato interprovinciale Uisp si disputa il tradizionale e sempre atteso “All Stars Game”: circa 60-70 giocatori in rappresentanza delle 32 formazioni partecipanti tra cui, ovviamente, anche Nicola Cesaro. Sarà una bella occasione per festeggiarlo.

© chesport.infoTutti i diritti riservati

Le più lette

Entra nel vivo la preparazione del padovano, detentore di due bronzi mondiali e altrettanti record italiani

Grande festa presso la Fondazione Opera Immacolata Concezione con i big dell’Atletica Leggera

Intervista a Robert, 12 anni, sordo dalla nascita che gioca nel Petrarca Calcio a 5. A giugno ha partecipato all'European Futsal Under 12 e 14 a Madrid

In Puglia, la padovana ha vinto i Campionati Europei di Pole Sport e discipline aeree e si qualifica per i Mondiali

Sarà in onda stasera alle 21.30 su Rai 1 con l’attivazione di un numero solidale. L’iniziativa sostiene l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e il reparto di Pediatria dell’Ospedale San Salvatore dell’Aquila