Skip to main content

Basket “Minors”: Nicola Cesaro 4.000 punti con i Boars

12 Febbraio 2024 - 10:04

 

Giovanni Pellecchia
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giovanni Pellecchia

Il basket padovano vanta, ai massimi livelli, i tre fratelli De Nicolao, nati a Camposampiero e cresciuti nella Pallacanestro Vigodarzere società del papà Stefano. Il maggiore Andrea (classe ‘91) ed il più piccolo Giovanni (‘96), con alle spalle rispettivamente alcune gare in Nazionale e l’esperienza triennale di college negli Usa (nei Roadrunners, squadra Ncaa dell’University Texas San Antonio), militano in LBA, serie A della pallacanestro: anzi, sono i capitani di Reyer Venezia e Gevi Napoli. Il “mezzano” Francesco, classe ‘93 che a sua volta ha militato per sei stagioni in serie A2 (tra Piacenza, Verona ed Imola) e tornato a Padova nel 2018 è stato per cinque anni il playmaker titolare della Virtus in serie B, ora che dopo la laurea in Economia e Finanza a Ca’ Foscari deve conciliare basket e lavoro (è consulente indipendente e scrive su Settimanafinanziaria.substack.com) di recente è tornato in pista: tesserato per l’ambiziosa San Pio X di Mantova in serie C lombarda farà il suo esordio proprio in questi giorni.

Nelle cosiddette “minors” (e nella Bassa Padovana), però, c’è chi ha fatto… di più. La famiglia Cesaro di Montagnana. Quattro fratelli, tra l’altro molto uniti, da anni tutti dediti alla causa del basket ed in particolare alla squadra Promosport Boars Baone Sb Euganea. I due maggiori, entrambi grandi appassionati di musica, sono pur per motivi diversi anche “volti noti” ai più: Nicola Cesaro (40 anni), valente giornalista del “Mattino di Padova” ed autore di diversi libri sulla storia dei Colli Euganei e di Padova (in questo periodo sta tenendo le presentazioni dell’ultimo, “La storia di Padova. Dalla preistoria ai giorni nostri”, scritto per Typimedia Editore con il collega Claudio Malfitano); Andrea (36 anni), docente di cucina all’istituto salesiano “Manfredini” di Este è il cuoco con la bombetta o “lo chef con due effe” come si definisce (lavora anche all’Acquasalata di Isola Verde nel Veneziano), ha partecipato a diverse varie trasmissioni e talent televisivi a tema sempre la cucina (aveva chiuso al 2° posto “Cuochi d’Italia” condotta da Alessandro Borghese). Tra i due più giovani Filippo (28 anni) e Pietro, invece, il primo è senza dubbio il più talentuoso dei quattro: non a caso, “top scorer” della squadra euganea pure in questa stagione, sta viaggiando a 15 punti di media nel campionato Fip Divisione Regionale 3 (l’ex Prima Divisione) che nell’Amatori Uisp.

Questa (al di là del Festival di Sanremo), è stata però “la” settimana del maggiore dei quattro: ovvero, appunto, Nicola Cesaro. Nella gara disputata mercoledì 7 febbraio ad Este per il campionato Uisp, infatti, ha raggiunto un bel traguardo: «Eccoli, sono arrivati, i quattromila punti in maglia Boars – come ha svelato lo stesso diretto interessato su Facebook -: 16 novembre 2005, il primo canestro contro il Porto Viro; stasera, quasi vent'anni dopo, i quattromila superati contro il Redentore Este. In mezzo tante sfide, grandi compagni, campionati in ogni categoria (qui forse esagerando con un po’ di enfasi dato che si tratta di Promozione, Prima e Seconda Divisione oltre all’Amatori, ndr), due-tre decine di chili in più ma una sola e unica maglia: Baone!».

Alla domanda specifica su qualche aneddoto o emozione particolare nell’aver tagliato un simile traguardo, invece, a noi tra il serio ed il faceto ma tenendo un profilo basso racconta: «Mi piace dare un senso a queste cose, anche se siamo minors e semplici appassionati. Diciamo che, al netto di triple e iniziative personali, ci sono dietro tanti, tanti, tanti assist dei miei compagni e soprattutto tanta, tanta, tanta pazienza di chi ha dovuto “convivere” con la mia smania di tirare...».

Domenica 18 febbraio, tra l’altro, alla Palestra “Ilaria Alpi” di via Lucca (zona Sacra Famiglia, Padova) per il Campionato interprovinciale Uisp si disputa il tradizionale e sempre atteso “All Stars Game”: circa 60-70 giocatori in rappresentanza delle 32 formazioni partecipanti tra cui, ovviamente, anche Nicola Cesaro. Sarà una bella occasione per festeggiarlo.

© chesport.infoTutti i diritti riservati

Le più lette

Valentina Cafolla entra nella storia

In due giorni ha stabilito due record mondiali in Apnea Dinamica sotto i ghiacci: 140 metri con monopinna e 80 metri con doppia pinna

Saluti amari: ultima partita in casa della Superlega per Pallavolo Padova

I ragazzi di Cuttini sconfitti dal Mint Vero Volley Monza 1-3 davanti a una Kioene Arena gremita

Hockey Ghiaccio Femminile: La Sala e Mellarè ai Giochi Olimpici Giovanili Invernali 2024 in Corea del Sud

Ai Mondiali U18 Femminili a Bolzano le tre padovane (con loro anche Olivia Cambruzzi) hanno vinto l’argento

"Tre tocchi d'Autore", appuntamenti con il Volley, la sua storia e i suoi protagonisti

Curato dal giornalista Massimo Salmaso,  il 6 febbraio la voce e il volto Rai della pallavolo femminile, Marco Fantasia

Pattinaggio a rotelle velocità: Vittoria Andreetta e Sofia Paolotti, che sprint!

A Spinea inaugurata la stagione: al Campionato regionale le due giovani biancoscudate sono campionesse regionali indoor

Master in Marketing e Management dello Sport

Un corso di specializzazione post laurea per formare i prossimi dirigenti del sistema sportivo allargato. Tutti i dettagli del progetto promosso dall’Università Tor Vergata di Roma

Sci: il padovano Stefano Pizzato in Coppa del Mondo

Il 20enne di Noventa Padovana, in forza alle Fiamme Oro, ha esordito in Gigante a Bansko (Bulgaria)

Boulder: lo spettacolo dell'arrampicata sportiva

Disciplina oilimpica dal 2020, al via la Coppa Italia Bouldering e Speed. A Padova due società per la pratica

Sara e Gaia Maragno, due sorelle per otto medaglie e due ori nel nuoto paralimpico

Sorde dalla nascita, sono oggi pluricampionesse. Lo sport: una passione, una sfida e voglia di riscatto