Skip to main content

Superlega: Pallavolo Padova conquista il primo successo nel girone di ritorno

27 Gennaio 2024 - 10:48
Roberto Guidetti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Roberto Guidetti

E venne finalmente il giorno, in cui fatiche e sforzi, accompagnati dalla sempre necessaria dea bendata, altrimenti detta fortuna, convergevano finalmente nella compiuta realizzazione del lavoro, pazientemente preparato ogni settimana per raggiungere il fatidico traguardo della vittoria da tre punti.

Alla 5a giornata di ritorno della Superlega, Pallavolo Padova ritrova finalmente un insperato successo contro quella Modena che, sulla carta, propone uno dei roster più impressionanti dell'intero torneo, potendo contare - oltre che sul brasiliano Bruno e sul leggendario cubano Juantorena, anche sul serbo Stankovic, sul bielorusso Davyskiba e sui nazionali Rinaldi e Sanguinetti, senza contare il gigante russo Sapozhkov, ex-Verona, un "monumento" da due metri e 20 centimetri!

Davanti a cotanta meraviglia pallavolistica, Padova - nel posticipo in diretta televisiva - ha sfoderato un Davide Gardini in gran forma, mvp della gara e miglior realizzatore con 24 punti - 59% attacco, ed un Luca Porro che, alla luce dei suoi 19 anni, può vantare una personalità davvero impressionante, al punto che coach Jacopo Cuttini - in un momento-clou del match nel quarto set - quando lo ha fatto uscire dal terreno di gioco, dopo che lo aveva schierato nel sestetto di partenza al posto di un Desmet in non perfette condizioni fisiche, ha fatto storcere il naso a più di qualche giornalista e tifoso.

Cuttini, nella terza frazione (quella vinta dagli ospiti) è anche riuscito a far finalmente esordire il giapponese Taniguchi, la cui entrata è stata salutata da un'ovazione del pubblico della Kioene Arena che, pur non così numeroso come nelle ultime tre-quattro prove casalinghe di Pallavolo Padova, non ha comunque fatto mancare il suo sostegno alla squadra nei momenti più delicati della gara. Come quando, sul 24 a 22 nel quarto set per i padroni di casa, già in vantaggio 2 a 1 nella situazione-set, si è temuto il crollo di Padova a fronte della rabbiosa reazione di Modena.
Ma il gesto atletico decisivo, una modesta battuta del pluriblasonato palleggiatore brasiliano Bruno Mossa De Rezende, universalmente conosciuto come Bruno, spentasi malinconicamente contro la rete, ha fornito l'immagine più fedele della gara: una squadra di grandi, troppo nervosa e schiacciata dal peso di risultati all'altezza del suo nome, travolta da un'avversaria giovane, che ha vinto con il cuore, ma anche con capacità tecnico-atletiche, che fanno ben sperare per il seguito di una stagione, finora avara di soddisfazioni, in grado forse di riservare ancora qualche sprazzo di felicità.

Ferma la Superlega nel fine settimana per la disputa della finale a quattro di Coppa Italia, il 6° turno del girone di ritorno proporrà per Pallavolo Padova - domenica 4 Febbraio - il sempre affascinante derby veneto all'Agsm-Aim Forum scaligero contro uno dei sestetti più in forma del momento, Rana Verona.

© chesport.infoTutti i diritti riservati

Le più lette

Valentina Cafolla entra nella storia

In due giorni ha stabilito due record mondiali in Apnea Dinamica sotto i ghiacci: 140 metri con monopinna e 80 metri con doppia pinna

Saluti amari: ultima partita in casa della Superlega per Pallavolo Padova

I ragazzi di Cuttini sconfitti dal Mint Vero Volley Monza 1-3 davanti a una Kioene Arena gremita

Hockey Ghiaccio Femminile: La Sala e Mellarè ai Giochi Olimpici Giovanili Invernali 2024 in Corea del Sud

Ai Mondiali U18 Femminili a Bolzano le tre padovane (con loro anche Olivia Cambruzzi) hanno vinto l’argento

"Tre tocchi d'Autore", appuntamenti con il Volley, la sua storia e i suoi protagonisti

Curato dal giornalista Massimo Salmaso,  il 6 febbraio la voce e il volto Rai della pallavolo femminile, Marco Fantasia

Pattinaggio a rotelle velocità: Vittoria Andreetta e Sofia Paolotti, che sprint!

A Spinea inaugurata la stagione: al Campionato regionale le due giovani biancoscudate sono campionesse regionali indoor

Master in Marketing e Management dello Sport

Un corso di specializzazione post laurea per formare i prossimi dirigenti del sistema sportivo allargato. Tutti i dettagli del progetto promosso dall’Università Tor Vergata di Roma

Sci: il padovano Stefano Pizzato in Coppa del Mondo

Il 20enne di Noventa Padovana, in forza alle Fiamme Oro, ha esordito in Gigante a Bansko (Bulgaria)

Boulder: lo spettacolo dell'arrampicata sportiva

Disciplina oilimpica dal 2020, al via la Coppa Italia Bouldering e Speed. A Padova due società per la pratica

Sara e Gaia Maragno, due sorelle per otto medaglie e due ori nel nuoto paralimpico

Sorde dalla nascita, sono oggi pluricampionesse. Lo sport: una passione, una sfida e voglia di riscatto