Skip to main content

Campionati del mondo Hyrox, rappresentata anche l’Italia

12 Luglio 2023 - 09:00

 

Monia Pasqualetto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Monia Pasqualetto

Parla veneto, vicentino per la precisione, il campione di competizioni estreme che ha rappresentato l’Italia ai Campionati Mondiali Hyrox che si sono svolti a Manchester qualche settimana fa. Patrizio Viero, da sette anni impegnato nel circuito Obstacle Course Race (OCR), presente a Londra nel 2018 al Campionato Mondiale Obstacle Race, si è cimentato in una nuova sfida sportiva. Adrenalina, grande impegno fisico e mentale e voglia di riscatto dopo l’infortunio del 2019 e la rinuncia ai Campionati Mondiali Hyrox del 2022 a causa del covid, hanno guidato l’atleta vicentino nel circuito allestito nella prestigiosa cittadina inglese. 

“Sono sempre alla ricerca di nuove avventure sportive – ha dichiarato Viero – Da un paio d’anni avevo nel mirino Hyrox ma ero troppo impegnato a conseguire i miei obiettivi nelle OCR. Nel 2022 ho “salutato” questa tipologia di competizioni, concludendo con il campionato Europeo svoltosi in Italia e aggiudicandomi il Campionato Italiano Short di Categoria”.

La perfetta conclusione di un percorso lungo e ricco di soddisfazioni che ha aperto al campione di sport estremi le porte di una nuova disciplina,  Hyrox appunto, sempre più in espansione a livello mondiale. “Si è trattato di un cambio importante, soprattutto per quanto riguarda le modalità di allenamento – ha precisato l’atleta di Vicenza -  Mentre le OCR richiedono endurance, agilità, forza e un forte grip, Hyrox richiede endurance e una grande forza.” Si tratta, infatti di una competizione estrema, che si svolge all’interno delle fiere delle principali città. Una location che permette, ai tanti appassionati e tifosi, di raggiungere il luogo agevolmente con i mezzi pubblici e di seguire gli atleti per tutto il tempo, spostandosi liberamente nel padiglione. Dal punto di vista tecnico, Hyrox unisce l’endurance della corsa agli esercizi funzionali del Crossfit: 8 chilometri di corsa, intervallati, dopo ogni chilometro, da un esercizio fisico con un peso molto importante da gestire. 

463 viero interna 1200x533

Nata in Germania nel 2018, questa disciplina è ora presente in tutto il mondo con tappe in ogni continente ed appassionati in continua crescita.  Richiede una preparazione fisica ed atletica di altissimo livello e la stessa qualificazione ai mondiali rappresenta per l’atleta vicentino un grande successo. La selezione è stata infatti molto stretta.  Su circa 100.000 atleti che hanno gareggiato durante la stagione in una quarantina di competizioni in tutto il mondo, solo 2.500 atleti hanno conquistato l'accesso ai mondiali. “La qualificazione è stato per me già un importante obiettivo raggiunto – ha aggiunto Viero – La città era invasa di atleti, con 47 nazioni partecipanti, facilmente riconoscibili dall’abbigliamento brandizzato Hyrox. Emozionante il momento della parata delle nazionali con 13 atleti, me compreso a rappresentare l’Italia, che ha aperto poi alla gara vera e propria, fianco a fianco ai migliori”. 

La prova è andata bene, al di là di podi e titoli, ed è stata seguita a ruota da un’altra importante impresa sportiva. La prima tappa Hyrox in Italia, considerata la prima tappa assoluta della stagione 2023/2024, che si è svolta all’interno di Rimini Wellness. “Era un evento per me imperdibile – ha continuato Viero -  Non potevo assolutamente mancare alla prima gara in casa e inoltre sono stato selezionato come Ambassador Italia, quindi avevo anche degli impegni da rispettare. Ho vinto la mia divisione, dando al secondo e al terzo classificato più di cinque minuti ciascuno, e ho chiuso sedicesimo assoluto. La migliore prestazione di sempre per me”.

Oltre alla soddisfazione della vittoria, salire sul gradino più alto del podio ha garantito anche la qualificazione automatica ai prossimi Campionati Mondiali. Un obiettivo importante ma ancora lontano. Quali le sfide nel brevissimo periodo? “Sicuramente un periodo di riposo e stacco totale perché quando ti alleni con costanza, determinazione e sacrificio per dieci mesi, devi necessariamente ricaricare le batterie prima di iniziare una nuova preparazione – ha concluso l’atleta vicentino- Ho, tuttavia, già un appuntamento certo a Milano il 7 ottobre. Il resto della stagione lo definirò con calma entro la fine dell’estate, forte della qualificazione ai mondiali già assicurata”.

 

© chesport.infoTutti i diritti riservati

Le più lette

I Runners Padova festeggiano i 50 anni della fondazione e i 40 anni di Presidenza di Lucio Giuseppe Medici

Grande festa presso la Fondazione Opera Immacolata Concezione con i big dell’Atletica Leggera

300 chilometri per la vita

Dal 25 al 27 aprile appuntamento con la seconda edizione di Veneto for Life. 3 giorni, 3 province, 300 chilometri a sostegno della ricerca sul cancro

Pallavolo Padova: la stagione agonistica è finita...ma non per tutti

Convocati tre padovani per la Volleyball Nations League e quattro allo stage in vista della nuova nazionale di De Giorgi

Softball: Padova Braves punta ai Play Off

Le biancorosse, con un bilancio di due vittorie (in casa) e una sconfitta (esterna), si affacciano ora all’Intergirone

6InSuperAbile, al via la quarta edizione

Tanti eventi di sport, arte e musica all’insegna dell’inclusione. Sabato 1° giugno possibilità per ragazzi e famiglie di cimentarsi in 11 discipline sportive paralimpiche e integrate

Breaking: la corsa di B Girl Alessandrina per le Olimpiadi di Parigi

A Padova per perfezionare tecnica e stile alla B Students Accademy

Banca Annia Padova Women raggiunge la salvezza

De Bortoli e compagne superano 3-1 Crema ed evitano la retrocessione. Joelle M’Bra: “Siamo entrate in campo con grinta e si è visto subito. Siamo felicissime”