Skip to main content

Basket: domenica 19 febbraio al PalaBerta di Abano Terme, il derby Petrarca-Virtus!

18 Febbraio 2023 - 18:53
Giovanni Pellecchia
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giovanni Pellecchia

Domani alle ore 18 il PalaBerta di Montegrotto Terme, ospita il derby padovano di serie B tra Guerriero Ubp Petrarca ed Antenore Energia Virtus

Al di là dei nomi delle due squadre, dati dagli attuali rispettivi main sponsor, si tratta della ormai storica sfida cittadina tra Petrarca (anno di fondazione 1934) e Virtus (1945): non può essere una partita come le altre…

Ieri mattina in Sala Giunta a Palazzo Moroni, alla presenza dell'assessore allo sport del Comune di Padova Diego Bonavina, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione.

«Non nascondo un po' di emozione nel presentare questa sfida – ha evidenziato l'assessore Bonavina – Importante per la leadership cittadina, cosa che mette sempre un po' di pepe certo, ma anche per la classifica. Di questo ringrazio le due società che, grazie anche ai loro sponsor e seppur in un momento generale particolarmente difficile, stanno facendo qualcosa di molto bello. Ed entrambe portando avanti egregiamente anche la loro attività giovanile: prova ne siano anche i due capitani, Matteo Coppo e Federico Schiavon, cresciuti nei rispettivi vivai. L'unico rammarico, non mi nascondo e lo dico con tutto il rispetto sia per l'amministrazione di Montegrotto come pure per quella di Rubano che aveva ospitato il derby d'andata, è quello di non aver potuto offrire un palcoscenico cittadino più adeguato a questa sfida. Cosa che, mi auguro e ne sono certo, potrà accadere presto in futuro».

In effetti, mai come in questa occasione si rende più evidente la problematica della mancanza di un palasport per il basket in città: con la “Kioene Arena”, ex San Lazzaro, da anni ormai appaltata solo al volley; ed il “PalaBasket” che verrà bloccato per i problemi (anche giudiziari) riguardante il cantiere dello Stadio Euganeo… Di fatto, però, Virtus ed Ubp Petrarca disputano le loro gare interne di un campionato come la serie B, terza serie nazionale che dall'anno prossimo si trasformerà nella più competitiva B d'Eccellenza (con uno straniero per squadra e capienza dei palazzetti richiesta di almeo 1.000 posti), nella paestra di Rubano e appunto al PalaBerta. 

Dove il derby torna domani dopo otto anni di assenza: da quello della stagione 2014-15 in serie C nazionale, a sua volta rievocazione – con tanto di divise d'epoca! - di quelli mitici “dei biscotti” negli anni '90 (dai nomi dei due sponsor dell'epoca, Elledì e Viero). Quando le due realtà s'inseguivano a suon di promozioni dalla B2 fino alla A2…

Anche per questo, il derby Petrarca-Virtus non può essere una partita come le altre. «Di derby ne ho giocati abbastanza, fin da ragazzino – ha ricordato Matteo Coppo, padovano doc e capitano dei bianconeri – E' davvero una partita speciale. A livello senior, però, ricordo una differenza abissale tra quelli della stagione 2020-21, sempre in serie B, disputati senza pubblico per il covid e quello appunto della stagione 2014-15 pur in C1: con il PalaBerta gremito… Per questo, mi auguro che il palazzo sia pieno e che possa essere davvero una festa».

«Per me, che non sono di Padova ma al quinto anno qui mi sento ormai adottato per la reciproca felicità – ha replicato il veterano neroverde Michele Ferrari – sarà questo il sesto derby. Mi immagino una partita bella intensa, con il tifo che ci sospingerà».

Oltre ai due giocatori, ieri sono intervenuti anche i presidenti delle società, Antonio Vendraminelli e Nicola Bernardi, ed i due coach: Fabio Volpato e Riccardo De Nicolao.

La chiosa, a nome del movimento cestistico locale ed in certo senso dell'intera città, è però spettata al presidente della Fip provinciale Flavio Camporese: «E' una gara fondamentale per confermare la voglia di pallacanestro che c'è a Padova. Resto sempre fiducioso che il movimento possa raggiungere l'apice e questa, tra l'altro, è una sfida importante anche per la classifica: cosa però che va accantonata alla palla a due iniziale fino al 40'… se non addirittura ai supplementari!»

Credit foto: Rox

© chesport.infoTutti i diritti riservati

Le più lette

Alla kermesse tricolore di pattinaggio corsa su pista 600 atleti e 110 società. Trionfi di Francesca Lollobrigida e Daniel Niero (Aeronautica)

La formazione di Jacopo Da Villa, battendo in finale i Giovani Tenaci Roma, ha inanellato 16 vittorie su 16 partite

Nel 2024 molte società celebrano l’anniversario: per diverse, è coinciso con promozioni o titoli

Il torneo organizzato dal Tennis Club Gaiba con 115.000 dollari di montepremi è l'unico in Italia su erba naturale

Nuvolì AltaFratte saluta coach Vincenzo Rondinelli e dà il benvenuto a Marco Sinibaldi. Il tecnico piemontese resta a Padova e inizia un nuovo percorso con Banca Annia Padova Women

Intervista esclusiva a Alessandro Mora, mental coach di atleti olimpici e squadre professionistiche