Memorial Campesan, 350 promesse della pallavolo femminile si sfidano nel fine settimana

20 Gennaio 2023 - 12:04
Roberto Turetta
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Roberto Turetta

Dopo il Memorial Boscaro, torna il 21 e 22 gennaio il Memorial Campesan. Se il primo si proponeva come il gotha della pallavolo giovanile maschile, il secondo vuole essere il trampolino di lancio per future campionesse e include il meglio dell'under 16 femminile.

I numeri, del resto, parlano chiaro: 24 formazioni tra le più blasonate di tutta Italia, con 350 atlete pronte a gareggiare; 68 gare previste nei due giorni del torneo, distribuite in tredici impianti di otto Comuni ospitanti (Padova capoluogo, Limena, Abano Terme, Battaglia Terme, Due Carrare, Montegrotto Terme, Selvazzano Dentro, Torreglia); ma soprattutto l’aver raggiunto la decima edizione, dopo l’interruzione nel biennio della pandemia.

"Il motivo principale per cui organizziamo tutto questo è ricordare Gianni e Doriana Campesan, due figure che hanno dato molto alla pallavolo -  ha spiegato alla presentazione Cinzia Businaro, attualmente a capo di Fipav Padova - Gianni e Doriana erano marito e moglie e scomparvero rispettivamente nel 2011 e nel 2012. Entrambi si erano prodigati molto per far crescere la pallavolo patavina sia come tesseramenti che come risultati sportivi. A loro si deve peraltro la fondazione della Pallavolo Tregarofani. Senza dimenticare che Gianni fu presidente della Fipav Padova nella seconda metà degli anni ‘80".

Il Memorial vuole perciò rendere omaggio alla loro opera e stimolarne la continuazione, utilizzando il cognome Campesan come acronimo per il motto di partenza (Confronto, Appartenenza, Motivazione, Passione, Emozioni, SANa competizione). In questi anni la competizione ha guadagnato parecchio prestigio, al punto che dagli operatori del settore viene vista come un anticipo delle gare della massime serie. Lo confermano alcune atlete che vi hanno partecipato in passato, su tutte le nazionali Ofelia Malinov e Anastasia Guerra. E pazienza se non sono previsti premi in denaro, la vetrina offerta sarà davvero importante. 

A tutto questo si aggiunge il valore sociale della due giorni di partite continuate. Per il fatto di aiutare a ricucire il tessuto sociale promuovendo l’offerta sportiva in loco, come hanno fatto notare alla presentazione gli amministratori degli enti locali ospitanti. Perché coinvolge nell’organizzazione una cinquantina di volontari. Perché può diventare un momento di formazione per gli arbitri, perlopiù giovani e giovanissimi a un banco di prova di massimo livello. "La Federazione nazionale ha istituito tre corsi incentivanti per il settore arbitrale, due saranno qui in Veneto ed uno di questi sarà proprio durante il Memorial Campesan –precisa Andrea Puecher, arbitro di caratura internazionale e responsabile degli ufficiali di gara del Veneto -. I migliori arbitri italiani in erba avranno modo di confrontarsi con colleghi internazionali e di serie A: ogni gara avrà un primo ed un secondo arbitro ed un istruttore, con momenti formativi e di confronto dopo i match". 

344 1200x533foto

Il calendario

Sono previsti otto gironi di qualificazione da tre compagini ciascuno. Alle 17 di sabato sono in programma gli ottavi di finale. Domenica proseguiranno gli scontri diretti con i quarti alle 9, le semifinali alle 11 e le “finaline” dalle 15 in poi. La finalissima si disputerà invece alle 16.30 di domenica 22 gennaio, con la diretta streaming nei canali Facebook e Youtube del comitato territoriale di Fipav.

Maggiori informazioni sugli orari delle gare e gli impianti di gioco cliccando qui

© chesport.infoTutti i diritti riservati

Le più lette

Ran Takahashi, la star social della Kioene Pallavolo Padova

900 mila followers e una giornalista inviata dal Giappone per scrivere su di lui. E Ran continua a crescere sul campo

La nuova vita di Serena Banzato, oggi atleta paralimpica

"Dopo la seconda laurea il Cammino di Santiago, il viaggio dei miei sogni. In Galizia un'infezione terribile ed è cambiata la mia vita"

Apre a Cadoneghe Cóm Tâm, uno spazio di crescita e di equilibrio interiore fisico e mentale

Corsi di Hata Yoga, Meditazione, Biodanza, Ginnastica posturale e funzionale, ma anche consulenze e trattamenti osteopatici e nutrizione nello sport

La storia di Daniela Buranello: maratoneta e fondatrice della Onlus 'Il sorriso di Giovanni'

La corsa per affrontare un grave lutto e combattere il dolore, l'impegno concreto a favore dell'Oncoematologia Pediatrica di Padova

Zucka, con il nuovo impianto a Carmignano si riaccende la passione per lo skateboard

Una nuova struttura omologata per manifestazioni e gare per l’associazione che dai primi anni ’90 porta i ragazzi sulla tavola

Checco Camposampiero Rugby Asd: dai grandi ai piccoli tutti in campo con il cuore in mano

Una grande squadra che sposa sport e valori, unita contro la violenza sulle donne

Torna la Summer Run, 13 tappe in provincia di Padova per stare in forma e in compagnia

Corse o camminate collettive serali col 'terzo tempo'. Dal 30 giugno al 29 settembre

Asd Valsugana Volley: un punto di riferimento a Padova per la pallavolo maschile

La prima squadra in serie B ma la società punta ai valori prima che al risultato. Il presidente Bastianello: “Manteniamo le caratteristiche di associazione”

Una serata per festeggiare Elena Rossetto, bronzo ai mondiali di pattinaggio corsa

La giovanissima atleta dell’Azzurra Pattinaggio Corsa accolta tra gli applausi generali. “A otto giri dalla fine sono partita in fuga ed è stato allora che ho pensato di potercela fare”

Logo Chesport
Storie di sport da Padova e provincia
chesport.info - Storie di sport nell'Alta Padovana | Reg. Trib. Pd N.1580 del 10.10.1997 | Direttore Responsabile: Giuliana Valerio
Proprietario ed Editore: Press sas di Giuliana Valerio & C. via Gramsci, 96 - 35010 Cadoneghe  PD - P.IVA 04003400282

Per la vostra pubblicità sul sito
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
335 8140675