Skip to main content

Vip calcio a 5, la neopromossa divenuta mina vagante della massima serie

18 Gennaio 2023 - 11:13

 

Roberto Turetta
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Roberto Turetta

Dalla prevista rincorsa per la salvezza all'approdo in zona playoff. Il girone di andata della Villa Imperiale Planet di Galliera Veneta si è concluso con un lusinghiero settimo posto nella massima serie di calcio a 5 femminile. E la prima gara di ritorno, in casa al Palalupe di San Martino di Lupari, ha registrato un'altra preziosa vittoria per 5 a 4, peraltro nel derby contro l'Orange Rovigo. 

"Davano per spacciate le nostre ragazze: erano neopromosse in A1, arrivate con una rosa quasi rivoluzionata perché erano rimaste solo in quattro dalla precedente stagione (Andreia Salvador, Georgia Balardin, Marta Verdù e Maria Carollo) -a parlare è direttamente il team manager/direttore sportivo Maurizio Buratto- E invece si sono fatte valere. La loro forza è da sempre il gruppo, perché nessuna gioca per se stessa ma ognuna cerca la collaborazione con le compagne. Lo si è visto anche nell’accoglienza e integrazione dell’ultimo innesto, l’olandese Nancy Loth".

Non mancano neppure gli elogi per il nuovo tecnico Moreno Giorgi. “E’ giovane ma ha le idee chiare. Ha portato un gioco molto offensivo e spumeggiante”. Tante parole lusinghiere che sono però accompagnate dalla realistica visione delle prossime giornate. "Siamo indubbiamente soddisfatti dei risultati, ma non bisogna perdere di vista l'obiettivo primario della salvezza. Se anche accedessimo al torneo degli scontri diretti finali per l'assegnazione dello scudetto, difficilmente potremmo spuntarla contro certe squadre: sono di tutt’altro livello".

343 1200x533 interna

Allora l’importante, per il momento, è crescere ulteriormente in termini di pubblico e sponsor. “Una volta il futsal femminile, come altre discipline sportive, veniva tenuto in scarsa considerazione, quasi deriso. Adesso tanta gente segue con costanza le nostre giocatrici, si diverte alle loro partite la domenica e del resto non deve neppure pagare il biglietto per entrare”. L’ingresso è infatti coperto dagli stessi sponsor. “Grazie al loro sostegno possiamo coprire tutti i costi, dagli impianti alle trasferte, inclusi gli stipendi delle calciatrici. L’arrivo di nuovi introiti ci farebbe comunque piacere, anche per far crescere il settore giovanile”. Con un’Under 19 messa in piedi proprio questa stagione, l’auspicio è di ulteriore forza.

© chesport.infoTutti i diritti riservati

<!

Le più lette

Valentina Cafolla entra nella storia

In due giorni ha stabilito due record mondiali in Apnea Dinamica sotto i ghiacci: 140 metri con monopinna e 80 metri con doppia pinna

Saluti amari: ultima partita in casa della Superlega per Pallavolo Padova

I ragazzi di Cuttini sconfitti dal Mint Vero Volley Monza 1-3 davanti a una Kioene Arena gremita

Hockey Ghiaccio Femminile: La Sala e Mellarè ai Giochi Olimpici Giovanili Invernali 2024 in Corea del Sud

Ai Mondiali U18 Femminili a Bolzano le tre padovane (con loro anche Olivia Cambruzzi) hanno vinto l’argento

"Tre tocchi d'Autore", appuntamenti con il Volley, la sua storia e i suoi protagonisti

Curato dal giornalista Massimo Salmaso,  il 6 febbraio la voce e il volto Rai della pallavolo femminile, Marco Fantasia

Pattinaggio a rotelle velocità: Vittoria Andreetta e Sofia Paolotti, che sprint!

A Spinea inaugurata la stagione: al Campionato regionale le due giovani biancoscudate sono campionesse regionali indoor

Master in Marketing e Management dello Sport

Un corso di specializzazione post laurea per formare i prossimi dirigenti del sistema sportivo allargato. Tutti i dettagli del progetto promosso dall’Università Tor Vergata di Roma

Sci: il padovano Stefano Pizzato in Coppa del Mondo

Il 20enne di Noventa Padovana, in forza alle Fiamme Oro, ha esordito in Gigante a Bansko (Bulgaria)

Boulder: lo spettacolo dell'arrampicata sportiva

Disciplina oilimpica dal 2020, al via la Coppa Italia Bouldering e Speed. A Padova due società per la pratica

Sara e Gaia Maragno, due sorelle per otto medaglie e due ori nel nuoto paralimpico

Sorde dalla nascita, sono oggi pluricampionesse. Lo sport: una passione, una sfida e voglia di riscatto