“Omaggio al Sacrario” un libro che parla di sport e storia Resoconto di una staffetta corsa con il cuore

08 Luglio 2021 - 05:16

 

Monia Pasqualetto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Monia Pasqualetto

Con determinazione, impegno, costanza ed allenamento si può raggiungere qualsiasi meta. Lo sanno bene i podisti che hanno partecipato, l’11 e 12 settembre scorso, alla staffetta solidale “San Giorgio delle Pertiche – Asiago” e ritorno, patrocinata dall’Asd Atletica Foredil, dalla Regione Veneto, dalla Federazione dei comuni del camposampierese e dai comuni di San Giorgio delle Pertiche ed Asiago.

Un’impresa di 136 chilometri lungo un territorio caratterizzato da panorami naturalistici spettacolari e intriso di storia. La storia rappresentata da cippi, lapidi, monumenti ai caduti e ossari che onorano il coraggio e il sacrificio di chi, non molti anni fa, ha dato la vita per consegnare alle generazioni future un Paese libero, democratico e civile.

Una staffetta, dunque, la seconda dopo quella del 2018, che ha coniugato sport e storia in un itinerario percorso con il corpo, il cuore e la mente.

Il resoconto dettagliato di questa singolare corsa, con ampia ricchezza di immagini e fotografie, è riportato nel libro “Omaggio al Sacrario” di Diego Bovolato e Giorgio Calore. Un’opera che va al di là di un semplice racconto e che si prefigge di avvicinare, tutti e soprattutto i giovani, allo sport e alla storia.

“Questi 136 chilometri sono la significativa testimonianza di un gruppo di amici podisti che da sempre condividono i veri e più alti valori etici dello sport” - affermano gli autori. Valori ben racchiusi nel titolo del libro che fa riferimento ad una parola – omaggio - che in sé racchiude i concetti di riconoscenza, gratitudine ed onore. Omaggio innanzitutto ai caduti ma omaggio anche alle vittime del Covid 19 e dell’attentato al World Trade Center di New York. La staffetta è infatti partita alle 23.59 dell’11 settembre, data in cui si ricordano gli attentati di Al Qaeda alle Torri gemelle del 2001, e a pochi mesi dal lungo lockdown che ha fermato il mondo intero a causa della pandemia.

Il gruppo di podisti è partito da San Giorgio delle Pertiche e, attraverso un lungo percorso pianificato nei minimi dettagli, è giunto al Sacrario di Asiago nella mattinata di sabato 12 settembre. Qui, alla presenza delle autorità, si è svolta una sentita e raccolta cerimonia di commemorazione dei caduti con deposizione della corona d’alloro.

La straordinaria impresa, alla quale hanno partecipato anche molte donne, si è conclusa con il ritorno a San Giorgio delle Pertiche.

Durante la staffetta  sono stati raccolti fondi che sono stati poi devoluti alle famiglie bisognose e alle persone in difficoltà. La meta è stata raggiunta. E non solo con l’impegno fisico ma anche mettendo in campo cuore e passione in vista di un grande obiettivo comune.

 

© chesport.infoTutti i diritti riservati

Logo Chesport
Storie di sport nell’Alta Padovana
chesport.info - Storie di sport nell'Alta Padovana | Reg. Trib. Pd N.1580 del 10.10.1997 | Direttore Responsabile: Giuliana Valerio
Proprietario ed Editore: Press sas di Giuliana Valerio & C. via Gramsci, 96 - 35010 Cadoneghe  PD - P.IVA 04003400282

Per la vostra pubblicità sul sito
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
335 8140675